Le Feste natalizie nel borgo medioevale di Arrone
Pubblicata il 20 Dicembre 2009

Loro ci credono, ecco perché siedono insieme sugli scranni dell’aula consiliare. C’è il sindaco Fioretti, c’è l’assessore alla Cultura, Orsini, ma soprattutto ci sono i rappresentanti delle associazioni. Tanti, e d’altronde Arrone (3 chilometri dalla cascata delle Marmore) è un paese che rispetto alla popolazione (circa 3mila abitanti) registra un altissimo numero di organizzazioni dedite alla promozione del territorio.

L’occasione è la presentazione del programma di eventi legati alle feste natalizie. Si comincia dalle manifestazioni curate dal “Gruppo campanari”. Ad agosto, al “Primo raduno nazionale dei campanari”, era stata Rai Uno a mandare l’inviata Carlotta Mannu per lanciare il servizio direttamente sul Tg della sera. E oggi, dopo il successo di fine estate, si intravede la possibilità di compiere un salto di qualità capace di trasformare il borgo in una sorta di capitale dell’arte campanaria.


Allora il 10 dicembre alle ore 21 le antiche campane della chiesa di san Giovanni suoneranno in contemporanea con quelle di altri campanili sparsi nello Stivale, per celebrare la Carta dei diritti umani firmata a Parigi il 10 dicembre 1948 dai Paesi ONU. Tra nord e sud hanno aderito decine di associazioni: dall’Emilia alle Marche, dal Triveneto all’Abruzzo; persino da Nola, dove sarebbe sbocciata la tradizione dello “scampanare” per marcare i ritmi della vita religiosa. Diretta su Radio Rai Uno alle 20.30 nell’ambito del programma Zapping. Poi, il 13 dicembre, toccherà ai “Musicians for Human Rights” (ensemble apprezzato nel mondo) esibirsi in concerto sul tema dei diritti umani presso la chiesa di S. Maria Assunta.

Altri eventi il 2 e 3 gennaio con l’esposizione di artisti locali, il concerto dei “Sonidumbria” e la performance del “Piccolo coro dei campanari”. Sì, perché alcune settimane fa i campanari di Arrone hanno addirittura creato una scuola per bambini, e già in 27 si stanno misurando con l’antica arte. Il patrocinio è del Comune, che oltre agli eventi sui diritti umani propone un calendario tradizionale. “Arrone… sotto la cometa” è il programma lanciato dall’amministrazione, al centro del quale ruota il presepe vivente riconosciuto come uno dei più belli dell’Umbria. Ventisei-ventisette dicembre, primo-sei gennaio le date delle rappresentazioni, allestite con figuranti locali nella parte vecchia del borgo (ore 17). Ma il 10 dicembre c’è anche la tavola rotonda sulla “Costituzione italiana nel mondo multiculturale”, il 20 dicembre il concerto-aperitivo del “Coro polifonico Naharti” a Casteldilago, il 26 il concerto di Natale nella chiesa di S. Maria Assunta e il 27, nella stessa chiesa, il saggio della scuola comunale di musica. Fino al 5 gennaio, giorno di chiusura firmato dal “Coro Naharti”. Dal 20 al 27 dicembre, infine, spazio agli artisti locali con la mostra allestita nella chiesa di S. Maria Assunta.



Informazioni
: Comune di Arrone, tel. 0744 387611


  • Clicca qui per visualizzare il programma degli eventi
    allestiti dal Gruppo campanari in collaborazione con il Comune di Arrone

  • Clicca qui per visualizzare il programma degli eventi
    allestiti dall'amministrazione comunale di Arrone




bannerPopup

Orari Luglio

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00-22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 21.00 alle 22.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 19.00
dalle 21.00 alle 22.00

Scegli la tua visita guidata

Luglio 2018
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb