Eventi & News

Cascia, per S. Rita anche una mostra d'arte contemporanea
19 Maggio 2009

  • Il 22 maggio si festeggia santa Rita da Cascia. Un giorno importante per i pellegrini di tutto il mondo. E un giorno importante anche per i semplici turisti, quelli che di solito, insieme ai pellegrini, prima di raggiungere la rinomata cittadina umbra fanno tappa alla cascata delle Marmore. A partire dal 21 maggio fino al 21 giugno, i festeggiamenti in onore di santa Rita si arricchiscono di un ulteriore evento, capace di accrescere l’offerta turistica del territorio. Di seguito riportiamo la nota emanata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Cascia. “Dopo le esperienze positive di VerSantiSibillini (a cura di Daniele Di Lodovico e Fulvio Porena) e di Fleurs operedamore (a cura di Teresa Dominijanni e Francesco Santaniello), l’assessorato alla Cultura del Comune di Cascia ha progettato una manifestazione d’arte contemporanea inserita nei Festeggiamenti Ritiani, aperta a giovani artisti italiani e stranieri. Il titolo è Luci/Sorgenti, inteso come innovazione essenziale dei valori nell’arte e nella vita. L’inaugurazione è prevista giovedì 21 maggio alle ore 16, mentre la data di chiusura è quella del 21 giugno. Gli spazi espositivi si snodano lungo tutto il centro storico in un percorso dove gli artisti - diversi per formazione, alcuni già con notevoli esperienze espositive internazionali - possano esprimersi autonomamente. Un viaggio esaltante tra antico e contemporaneo, tra sacro e profano, guidato dall’esigenza di collaborare affinché l’arte possa assumere un ruolo teso verso l’educazione e la civiltà. Le opere esposte, le performance, gli interventi del sindaco Gino Emili e dell’assessore alla Cultura Marco Altieri, i testi critici e storici di Anna Cochetti, Lamberto Gentili, Fulvio Porena, saranno pubblicati in un catalogo che verrà presentato in autunno”. Informazioni: Biblioteca Comunale - tel. 0743 753009 Museo chiesa S.Antonio - tel. 0743 753055 Museo Civico Palazzo Santi - tel. 0743 751010
    Leggi Tutto

Polino, ampliato il museo e creato un nuovo infopoint turistico
12 Maggio 2009

  • Sabato 16 maggio appuntamento a Polino, poche centinaia di anime, uno dei più piccoli comuni italiani a strapiombo sulla valle del torrente Rosciano. Nel borgo medioevale a pochi chilometri dalla cascata delle Marmore, verranno presentate due iniziative cui parteciperà la presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti. Ore 10.30, località Colle Bertone, presentazione del progetto “Un albero un neonato” Nel rispetto dei valori della vita e dell’ambiente si recupera la tradizione di mettere a dimora un albero per ogni nuova nascita nel comune di Polino. L’idea è tesa non solo a incrementare i beni ambientali locali, ma anche a creare un più consapevole rapporto tra nuove generazioni e ambiente. Ore 11.30, a Polino, cerimonia di inaugurazione del Centro di informazione ed accoglienza turistica “La finestra sul Nera” e dell’ampliamento delle sale del Museo dell’Appennino Umbro Centro di Informazione ed accoglienza turistica “La finestra sul Nera” La nuova struttura adibita ad Infopoint (foto a sinistra), situata in Piazza G. Marconi, amplia l’offerta museale di Polino con l’obiettivo di aumentare la fruibilità del nucleo urbano e del territorio. Nel Centro, adibito anche a biglietteria del Museo dell’Appennino Umbro, è possibile acquisire informazioni sulla storia di Polino, sul territorio, sulle emergenze monumentali, sulle tradizioni e sul museo, mediante l’utilizzo di una strumentazione che guida virtualmente il turista attraverso sentieri tematici. Ampliamento delle sale del Museo dell’Appennino Umbro L’ampliamento del Museo di Scienze dell’Appennino Umbro (prima foto in alto) è stato concepito come continuazione del museo preesistente all’interno dell’antica Rocca. Nelle nuove sezioni sono affrontati aspetti relativi al sito della Cava dell’Oro, importante per Polino sia da un punto di vista storico che geologico. La cava da cui si estraeva ferro, argento e, secondo la tradizione popolare, anche oro, fu inaugurata intorno al 1760 sotto Clemente XIII ma fu presto dismessa a causa delle difficoltà di trasporto del materiale. Il sito, però, è stato considerato estremamente interessante da un punto di vista scientifico. Proprio nei pressi della cava sono stati individuati i resti di due diatremi, ciò che rimane di esplosioni gassose avvenute 250.000 anni fa nelle profondità della terra. Le rocce affiorate, kamafugiti e carbonatiti, sono rare ed utili allo studio della geologia terrestre. Le carbonatiti, di cui esistono 40 tipi al mondo, tre delle quali rinvenute a Polino, trovano collocazione nell’ambito dell’esposizione museale. Informazioni: Coop Sistema Museo Tel. 199.151.123* dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00 escluso i festivi infoline@sistemamuseo.it www.sistemamuseo.it * costo della chiamata da telefono fisso di telecom Italia, 10 centesimi al minuto IVA inclusa senza scatto alla risposta, tutti i giorni, 24/24h. Per chiamate originate da rete di altro operatore, i prezzi sono indicati dal servizio clienti dell’operatore utilizzato
    Leggi Tutto

Ad Arrone mostra internazionale su Lawrence d'Arabia
12 Maggio 2009

  • In fondo, anche nel turista che giunge alle Marmore c’è un po’ dello spirito d’avventura capace di muovere il leggendario Lawrence d’Arabia, quando agli inizi del Novecento infuocò le terre del Vicino Oriente. E allora potrà rivelarsi azzeccata una capatina nel borgo medioevale di Arrone - 6 chilometri dalla cascata – esattamente al Centro museale, dove dal 19 al 24 maggio verrà allestita una mostra dedicata a Lawrence d’Arabia intitolata “Dal castello di Azrak al castello di Arrone”. Organizzata dal “Comitato del Castello” (associazione senza scopo di lucro), la mostra sarà principalmente fotografica con autentiche foto primi '900, arricchita da una collezione di oggetti d'epoca legati alla prima guerra mondiale, all'Inghilterra post-vittoriana e al Vicino Oriente ancora sotto la dominazione ottomana. Esposti anche una novantina di libri, quasi tutti d'antiquariato, con rare edizioni fuori commercio numerate e autografate dagli autori. Insieme ai libri si potranno visionare alcuni pamphlet (opuscoli commemorativi), una piccola collezione di autentici pugnali arabi d'antiquariato, monete, medaglie, cartoline e quotidiani dell'epoca, oggetti d’artigianato arabo e turco. Un’idea bella e stimolante, valorizzata dall’interesse che l’appuntamento ha suscitato fuori dai confini locali. Addirittura in Inghilterra, dove sia il Wareham Town Museum di Dorset che la Lawrence Society di Oxford hanno sentito l'esigenza di fornire il loro patrocinio. Senza contare l’entusiasmo mostrato dal professor Franco Cardini (Università degli Studi di Firenze), storico/saggista e direttore del centro studi sulle Arti e Culture dell’Oriente presso l’Università Internazionale dell’Arte. “Ci giunge particolarmente gradito il suo invito per una collaborazione e il progetto di replicare la mostra su Lawrence d’Arabia a Firenze, tramite la fondazione Maraini di Palazzo Strozzi”, è la risposta del “Comitato del Castello” alle proposte del professore. Informazioni: Comitato del Castello di Arrone Presidente dott. Laliscia Piero Via del Vicinato n.7 05031 Arrone tel e fax 0744 389449 http://blog.libero.it/castellodiarrone/ www.castellodiarrone.it mail : comitatocastello@tiscali.it
    Leggi Tutto

In volo sulla cascata, si replica il 24 maggio
11 Maggio 2009

  • Dopo il successo dello scorso autunno, quando gli elicotteri della Laboratorio Tevere sorvolarono la cascata ininterrottamente da mattina a sera, il presidente dell’Atc (azienda di trasporto pubblico del Comune di Terni) Sergio Sbarzella aveva detto: “Lavoreremo per rendere permanente il volo turistico sulle Marmore e sulle bellezze del territorio”. Trascorsi 6 mesi, promessa mantenuta. Domenica 24 maggio è programmata una seconda giornata di voli turistici alla scoperta della bassa Umbria, col suo gioiello-principe – la cascata delle Marmore – e altre “chicche” di valore storico/naturalistico. Ulteriore tappa verso l’obiettivo dichiarato, ovvero la fruibilità permanente del servizio almeno nei weekend estivi. L’evento si chiama “In volo sull’Umbria - Le acque, l’arte, la storia” ed ottiene il patrocinio della Regione, nonché di Provincia e Comune di Terni. Piatto ricco, rispetto al prologo dello scorso ottobre: a partire dalle ore 9 gli elicotteri faranno la spola fra l’aviosuperficie di Maratta (prima periferia di Terni), la cascata delle Marmore e il lago di Piediluco, trasportando un massimo di 4 persone alla volta per una durata complessiva del viaggio di circa 10 minuti. Questa la parte “soft”, perché per i più coraggiosi l’organizzazione mette a disposizione anche una versione “tosta”. Chi se la sente, potrà lanciarsi col paracadute in coppia con un istruttore professionista, atterrando sopra l’aviosuperficie. Dalle ore 9 alle 18 aerei leggeri ad elica saranno a disposizione dei turisti più intrepidi (si fa per dire, poiché il tutto si svolge in massima sicurezza grazie all’impiego di piloti e istruttori esperti). E sempre con aerei ad elica, si può scoprire un altro angolo della bassa Umbria, maggiormente legato alle evidenze storiche. Con viaggi di 20 minuti, trasportando 8 persone alla volta, i piloti sorvoleranno l’antica cittadina romana di Carsulae per poi far rotta su Orvieto, Narni, Amelia, quindi tornare alla base di Terni. Anche in questo caso emozioni assicurate. Infine, alle ore 10.30 nella sala conferenze dell’aviosuperficie, si terrà un incontro con varie personalità legate all’evento, tra cui il direttore di Avioportolano Italia Guido Medici, il vice presidente della Regione Umbria Carlo Liviantoni, il presidente della Provincia di Terni Andrea Cavicchioli, il sindaco di Terni Paolo Raffaelli e il presidente dell’Atc Sergio Sbarzella. A seguire, rinfresco con degustazione di prodotti tipici. Prenotazioni e informazioni: Agenzia 165M Travel Via S. Antonio, 46 – Terni tel. 0744 429255 fax: 0744 404235 e-mail: 165m_travel@libero.it
    Leggi Tutto

Cantamaggio ternano, spettacolo nello spettacolo
28 Aprile 2009

  • L’hanno chiamata “comunicazione impertinente” e sotto, su un pezzo di carta messo online in formato pdf, ci hanno scritto quello che avrebbero realizzato se avessero avuto più finanziamenti. Ma il “Cantamaggio ternano” edizione 2009 è – credeteci – già tanto. Loro sono i “maggiaioli”, generazione su generazione a costruire carri allegorici e a organizzare la festa di primavera, destinata a salutare la bella stagione affondando le radici nella tradizione più antica. Vecchi che hanno passato il testimone a giovani, giovani che ora sono vecchi e passano il testimone ai giovani d’oggi. Ufficialmente da 113 anni, ma da molto più tempo considerando le edizioni non archiviate su carta. Tutti impegnati a costruire il carro che sfilerà per le vie cittadine nella notte fra il 30 aprile e il primo maggio. Carri allegorici sul tema della primavera e sui frutti della natura, da queste parti il dna della gente. Perché Terni, prima di città industriale, era borgo contadino. E nessuno lo dimentica. Uno spettacolo. Carri in sfilata ognuno costruito da quartieri, borghi, associazioni, persino dalla comunità indiana e polacca nel segno dell’accoglienza, elemento peculiare della città. E poi la competizione, con il contorno di eventi spalmato da fine aprile a metà maggio. Oltre alla sfilata (giovedì 30 aprile ore 21, in caso di maltempo sabato 2 maggio ore 21), previste gare canore in dialetto, concerti, incontri culturali, sfilate di minicarri costruiti dalle scuole, letture di fiabe della tradizione umbra, altro e altro ancora. Ad appena 6 chilometri dalla cascata delle Marmore; spettacolo nello spettacolo. Per consultare il programma completo del "Cantamaggio ternano" edizione 2009, cliccare qui Informazioni: IAT del Ternano Via Cassian Bon, 2/4 05100 Terni Tel. +39 0744/423047 Tel. +39 0744/427259 info@iat.terni.it www.cantamaggio.it
    Leggi Tutto

Canottaggio, il "Memorial D'Aloja" al lago di Piediluco
24 Aprile 2009

  • Oltre all’Italia, ci saranno le nazionali di Russia, Spagna, Repubblica Ceca, Serbia, Lituania, Irlanda, Turchia, Uzbekistan, Albania, Egitto, Messico, Paraguay, Portogallo e Tunisia. Molti di loro equipaggi olimpici già in competizione ai Giochi di Pechino. Pronti via, si sfideranno a colpi di voga nelle acque di Piediluco, stupendo specchio lacustre ad appena 6 chilometri dalla cascata delle Marmore. E’ la 23esima edizione del “Memorial Paolo D’Aloja”, appuntamento internazionale di canottaggio tra i più importanti del settore. Dal 24 al 26 aprile sul lago di Piediluco, per un giorno (il 24) dedicato alle batterie e due (il 25 e il 26) alle finali. Oltre alla nazionale maggiore, l’Italia schiera la squadra universitaria, la juniores e l’under 23. “E’ il primo appuntamento di rilievo dopo le Olimpiadi”, ha detto il presidente della Federazione italiana canottaggio Enrico Gandola, quando ha presentato l’evento nella sala consiliare del Comune di Terni accompagnato dall’assessore allo Sport Giuseppe Boccolini e dal presidente del Coni provinciale Massimo Carignani. Per l’Italia si tratta dell’apertura della stagione nell’ambito di un nuovo quadriennio olimpico, dopo l’argento nel “Quattro di coppia” a Pechino 2008. E dopo importanti cambiamenti in seno alla Federazione. Per i visitatori, invece, l’occasione di scoprire un territorio davvero suggestivo.
    Leggi Tutto

Sabato 25 aprile musica antica nel borgo di Polino
23 Aprile 2009

  • Dalla collaborazione fra Amministrazione comunale, accademia barocca Hermans e cooperativa Sistema Museo nasce una nuova opportunità per i visitatori della cascata delle Marmore e della bassa Umbria. Il progetto si chiama “La Rocca tra musica e cultura” e non è “solamente” una rassegna di musica antica. E’ l’opportunità di conoscere uno dei comuni più piccoli d’Italia ma allo stesso tempo più ricchi di storia. E’ anche l’opportunità di assistere a concerti eseguiti con strumenti d’epoca, grazie all’esperienza di un gruppo di artisti appassionati riuniti nell’accademia barocca Hermans. Siamo a Polino, una manciata di chilometri dalle Marmore, appena 300 abitanti ma tanta storia e cultura. La kermesse (in basso il programma completo, ndr) prevede 6 concerti eseguiti nel settecentesco palazzo Castelli e distribuiti nell’arco dell’anno: il 24 gennaio, il 21 marzo, il 25 aprile, il 23 maggio, il 20 settembre, il 22 novembre. Orario di inizio alle 18.00, dopo aver gradito interessanti iniziative collaterali. Ogni concerto, infatti, sarà preceduto (ore 16.30) da una visita guidata al museo dell’Appennino umbro allestito nella splendida Rocca rinascimentale. Qui, oltre ai reperti della cava d'oro inaugurata nel ‘700 da papa Clemente XIII – da cui la Zecca locale coniò i primi scudi –, si potranno ammirare rarissime rocce testimonianza di vulcani risalenti a 250.000 anni fa: le kamafugiti. Non è poco, se sommato alla degustazione di prodotti tipici prevista al termine dei concerti. Prenotazione obbligatoria. PROGRAMMA (prenotazione obbligatoria): VISITE AL MUSEO DELL’APPENNINO UMBRO Ogni concerto sarà preceduto alle ore 16.30 da una visita guidata al Museo dell'Appennino Umbro di Polino CONCERTI DI MUSICA ANTICA Sabato 24 gennaio 2009, ore 18.00 “Handel a Roma” Sabato 21 marzo 2009 , ore 18.00 “Buon compleanno Bach!” Sabato 25 aprile 2009, ore 18.00 "Musica a corte" Sabato 23 maggio 2009, ore 18.00 “Haydn in… Trio” Domenica 20 settembre 2009, ore 18.00 “Audite, Audite!” Domenica 22 novembre 2009, ore 18.00 “Salotto musicale” Al termine dei concerti degustazione di prodotti tipici locali Con il patrocinio e il contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni Regione dell'Umbria Si ringrazia la Pro Loco di Polino Per informazioni e prenotazioni: Museo dell’Appennino Umbro 05030 Polino (TR) Tel/fax 0744 789262 Infoline Sistema Museo Lun – ven dalle 9.00 alle 17.00 Tel: 199.151.123* infoline@sistemamuseo.it www.sistemamuseo.it *Costo della chiamata da telefono fisso di Telecom Italia, 10 centesimi al minuto IVA inclusa senza scatto alla risposta, tutti i giorni, 24/24 h. Per chiamate originate da altro operatore i prezzi sono indicati dal servizio clienti dell’operatore utilizzato.
    Leggi Tutto

Concerto di Pasqua a Casteldilago
06 Aprile 2009

  • L’appuntamento è nel borgo di Casteldilago (3 km. dalla cascata, foto in basso), presso la chiesa di San Valentino. E’ lì che si svolgerà l’edizione 2009 del “Concerto di Pasqua”, dedicata alla tradizione popolare più antica del territorio. Domenica 12 aprile, alle ore 17.30, il gruppo Sonidumbra (foto in alto) si esibirà nei “Canti della Settimana Santa, dalle laudi medievali alla tradizione popolare”. Il titolo del concerto rende bene l’idea: “De la Passione”, infatti, è il nome dell’evento voluto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Arrone in collaborazione con la Pro Loco di Casteldilago. Intorno alla Passione di Cristo per offrire “una eterogenea panoramica del repertorio della Settimana Santa in Umbria, testimone di una profonda religiosità radicata attraverso varie epoche. Laudi medievali, canti di questua, orazioni, storie di Passioni per una suggestiva riproposta tesa ad evidenziare gli aspetti della tradizione”, recita più o meno il depliant informativo. Ad eseguire il concerto l’unica formazione umbra riconosciuta in campo nazionale che svolge un attento lavoro di recupero, ricerca e riproposta del repertorio orale regionale. Presente in numerosi festival di musica etnica, Sonidumbra ha collaborato con enti pubblici, associazioni, scuole, radio, televisioni, e ha tenuto seminari per diversi centri culturali.
    Leggi Tutto

Terni: apre "Caos", moderno centro destinato all'arte
27 Marzo 2009

  • E’ uno dei pochi esempi di simbiosi fra edilizia pubblica e civile. E’ un’antica ferriera pontificia divenuta fabbrica chimica (dismessa nei primi Ottanta), oggi recuperata da professionisti di fama mondiale, tanto che varrebbe la pena visitarla solo per coglierne le valenze storico-architettoniche. Ma da sabato 28 marzo il complesso denominato “Ex-Siri” (foto in alto), a Terni, sarà molto di più. Alle ore 12 inaugurazione ufficiale: il complesso prende il nome di “CAOS”, dove la sigla sta per Centro Arti Opificio Siri. E oltre al museo archeologico, attivo da anni, verranno presentate le nuove strutture ospitate nell’area: il Museo Civico (comprendente la Pinacoteca “Orneore Metelli” e il Museo d’arte moderna e contemporanea “Aurelio De Felice”), un teatro di circa 300 posti (ultimazione entro fine anno), una biblioteca tematica e un “Cafè bookshop” di nuovissima generazione. Un luogo unico nel suo genere, con 6000 metri quadrati a disposizione capace – ne siamo certi – di generare un clima di convivialità, sperimentazione, innovazione. Senza dimenticare che il Centro è pensato non solo come area espositiva, ma anche come laboratorio di produzione artistica teso a favorire la contaminazione con diverse forme espressive quali musica, cinema, teatro, fotografia e quant’altro. Una “chicca” a due passi dalla cascata e un appuntamento di valore internazionale a stretto giro di posta. Dal 28 marzo al 10 maggio 2009, infatti, Caos ospiterà la Mostra di arte e architettura contemporanea Map Games: Dynamics of Change, “percorso di ricerca intorno ai temi della contemporaneità nell’arte e nell’architettura partendo da una riflessione sulle dinamiche di cambiamento delle città”. Terni è la seconda città europea e la terza nel mondo, dopo Birmingham (Gran Bretagna) e Beijing (Cina), ad ospitare la mostra. Informazioni: Centro Arti Opificio Siri (CAOS) Viale Campofregoso 98 05100 - Terni tel. 0744 285946 / 221801
    Leggi Tutto

A Terni "Map Games", mostra d'arte unica al mondo
27 Marzo 2009

  • Dal 28 marzo al 10 maggio 2009 Terni ospiterà la Mostra di arte e architettura contemporanea Map Games: Dynamics of Change, “percorso di ricerca intorno ai temi della contemporaneità nell'arte e nell'architettura a partire da una riflessione sulle dinamiche di cambiamento delle città”. La città-simbolo della Mostra è Pechino il cui volto, da quando ha ospitato la 29esima Olimpiade imponendosi all'attenzione mondiale, è cambiato drasticamente. Così Pechino, città del terzo millennio, è divenuta un'entità elusiva, entusiasmante e critica allo stesso tempo. Ventiquattro, fra artisti e architetti cinesi e internazionali, esplorano le dinamiche di questi cambiamenti utilizzando interpretazioni multidimensionali capaci di ridisegnare la geografia di Pechino passata, presente e futura. Molte delle opere esposte sono state commissionate per l'occasione, con l'intento di esplorare il ruolo della Mappa nei confronti di una metropoli in continua trasformazione. Alcune delle opere chiedono al visitatore di guardare oltre (come l’intervento dell’artista inglese Anna Boggon o dell’architetto Ma Qingyun), mentre un aspetto interessante è rappresentato dall’osservazione dello spazio cittadino come set teatrale, capace di svelare i lati surreali dell’esistenza. E poi altro e altro ancora, per una serie accattivante di installazioni, sculture, video, fotografie, dipinti, disegni e quant’altro. La Mostra è allestita presso il Centro Arti Opificio Siri (CAOS, foto in basso), a Terni. Un luogo unico nel suo genere, con 6000 metri quadrati destinati a ospitare il Museo archeologico, il Museo Civico (comprendente la Pinacoteca “Orneore Metelli” e il Museo d’arte moderna e contemporanea “Aurelio De Felice”), un teatro di circa 300 posti (ultimazione entro fine anno), una biblioteca tematica e un “Cafè bookshop” di nuovissima generazione. Terni è la seconda città europea e la terza nel mondo, dopo Birmingham (Gran Bretagna) e Beijing (Cina), ad ospitare la Mostra. Ingresso gratuito. Date e orari: Dal 28 Marzo al 10 Maggio 2009 “Map Games: Dynamics of Change” “CAOS”: Viale Campofregoso 98, Terni Lunedì chiuso Martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 19.00 Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 24.00 Domenica dalle 10.00 alle 20.00 Ingresso gratuito Informazioni: Centro Arti Opificio Siri (CAOS) Viale Campofregoso 98 05100 – Terni tel. 0744 285946 / 221801
    Leggi Tutto
bannerPopup

Orari Luglio

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00-22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 21.00 alle 22.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 19.00
dalle 21.00 alle 22.00

Scegli la tua visita guidata

Luglio 2018
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb