Intorno alla cascata: il Tg1 al raduno dei campanari

Pubblicata il 07 Settembre 2009



“Pronto, il signor Antonelli? E’ il Tg1, vorremmo mandare una troupe per realizzare un servizio. Andrà in onda nell’edizione serale delle 20.00”. Comincia così la vigilia del “Primo raduno dei Campanari del Centro Italia”: Tullio Antonelli è il fact totum dell’associazione campanari di Arrone e di là della cornetta c’è la Rai interessata all’evento programmato il 29 agosto nel piccolo centro della Valnerina ad appena 5 chilometri dalla cascata delle Marmore. Poi chiameranno anche Mediaset, Rai Sat, il Mattino di Napoli e altri ancora. Giusto per definire il valore della manifestazione ideata da Antonelli e company, iniziata in sordina ma finita con l’inviata Carlotta Mannu che la sera stessa mandava i vicoli di Arrone sui piccoli schermi italiani.

Successo clamoroso. Un centinaio di campanari giunti dai quattro angoli dello Stivale – Nola, Genova, Bergamo, Reggio Emilia, Isernia, San Sepolcro, Roma, poi dalle Marche e ovviamente dall’Umbria -, hanno mostrato come si suonano le campane delle nostre chiese. Arte antica sviluppata in commistione con storia e cultura. Più che dai giornalisti, però, il senso dell’avvenimento si coglie dalle parole dello stesso Antonelli: “Oltre ai campanari in rappresentanza di 11 associazioni, ci hanno sbalordito i turisti. Sono venuti da città limitrofe, ma anche da Roma. Nella chiesa della Madonna della Quercia, durante la conferenza del professor Palombini (università di Perugia, ndr), non si riusciva a entrare. Al pranzo nei locali della Comunità montana c’erano più di 130 persone. Il pomeriggio…”.

Già, il pomeriggio. Piazza Garibaldi stracolma: esibizioni una sul camion a 5 campane portato dal gruppo marchigiano, un’altra sul castello fornito dal parroco di Isernia don Francesco Ferro, dove tra gli altri ha suonato il più piccolo campanaro d’Italia (Giulio, 4 anni, da San Sepolcro). Durante le pause, poi, ci hanno pensato i "colleghi" a rintoccare dal campanile di san Giovanni, su nel cucuzzolo del paese. Una bella giornata, davvero. Uno slancio per lo studio delle tradizioni popolari ma anche per la promozione turistica, vista la cassa di risonanza fornita dai media.

L’assessore alla Cultura del Comune di Arrone, Matteo Orsini, è entusiasta: “Plauso all’associazione per aver organizzato un evento di grande spessore turistico e culturale”. E l’anno prossimo? Si vedrà. Probabilmente la kermesse durerà un giorno in più. Probabilmente si racimoleranno maggiori risorse finanziare sia pubbliche che private. Le idee non mancano, la volontà pure. Intanto, giustamente, ci si gode il successo.

bannerPopup

Orari Ottobre

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00 - 18.00 SOLO il VENERDÌ':
dalle 12.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 16.00
Sabato e Domenica sabato 10.00 - 20.00
domenica 9.00 - 20.00
dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
Festivi e Speciali:
4/10
9.00 - 20.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00

Scegli la tua visita guidata

Ottobre 2018
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb