Eventi & News

Canottaggio, il "Memorial D'Aloja" al lago di Piediluco
24 Aprile 2009

  • Oltre all’Italia, ci saranno le nazionali di Russia, Spagna, Repubblica Ceca, Serbia, Lituania, Irlanda, Turchia, Uzbekistan, Albania, Egitto, Messico, Paraguay, Portogallo e Tunisia. Molti di loro equipaggi olimpici già in competizione ai Giochi di Pechino. Pronti via, si sfideranno a colpi di voga nelle acque di Piediluco, stupendo specchio lacustre ad appena 6 chilometri dalla cascata delle Marmore. E’ la 23esima edizione del “Memorial Paolo D’Aloja”, appuntamento internazionale di canottaggio tra i più importanti del settore. Dal 24 al 26 aprile sul lago di Piediluco, per un giorno (il 24) dedicato alle batterie e due (il 25 e il 26) alle finali. Oltre alla nazionale maggiore, l’Italia schiera la squadra universitaria, la juniores e l’under 23. “E’ il primo appuntamento di rilievo dopo le Olimpiadi”, ha detto il presidente della Federazione italiana canottaggio Enrico Gandola, quando ha presentato l’evento nella sala consiliare del Comune di Terni accompagnato dall’assessore allo Sport Giuseppe Boccolini e dal presidente del Coni provinciale Massimo Carignani. Per l’Italia si tratta dell’apertura della stagione nell’ambito di un nuovo quadriennio olimpico, dopo l’argento nel “Quattro di coppia” a Pechino 2008. E dopo importanti cambiamenti in seno alla Federazione. Per i visitatori, invece, l’occasione di scoprire un territorio davvero suggestivo.
    Leggi Tutto

Sabato 25 aprile musica antica nel borgo di Polino
23 Aprile 2009

  • Dalla collaborazione fra Amministrazione comunale, accademia barocca Hermans e cooperativa Sistema Museo nasce una nuova opportunità per i visitatori della cascata delle Marmore e della bassa Umbria. Il progetto si chiama “La Rocca tra musica e cultura” e non è “solamente” una rassegna di musica antica. E’ l’opportunità di conoscere uno dei comuni più piccoli d’Italia ma allo stesso tempo più ricchi di storia. E’ anche l’opportunità di assistere a concerti eseguiti con strumenti d’epoca, grazie all’esperienza di un gruppo di artisti appassionati riuniti nell’accademia barocca Hermans. Siamo a Polino, una manciata di chilometri dalle Marmore, appena 300 abitanti ma tanta storia e cultura. La kermesse (in basso il programma completo, ndr) prevede 6 concerti eseguiti nel settecentesco palazzo Castelli e distribuiti nell’arco dell’anno: il 24 gennaio, il 21 marzo, il 25 aprile, il 23 maggio, il 20 settembre, il 22 novembre. Orario di inizio alle 18.00, dopo aver gradito interessanti iniziative collaterali. Ogni concerto, infatti, sarà preceduto (ore 16.30) da una visita guidata al museo dell’Appennino umbro allestito nella splendida Rocca rinascimentale. Qui, oltre ai reperti della cava d'oro inaugurata nel ‘700 da papa Clemente XIII – da cui la Zecca locale coniò i primi scudi –, si potranno ammirare rarissime rocce testimonianza di vulcani risalenti a 250.000 anni fa: le kamafugiti. Non è poco, se sommato alla degustazione di prodotti tipici prevista al termine dei concerti. Prenotazione obbligatoria. PROGRAMMA (prenotazione obbligatoria): VISITE AL MUSEO DELL’APPENNINO UMBRO Ogni concerto sarà preceduto alle ore 16.30 da una visita guidata al Museo dell'Appennino Umbro di Polino CONCERTI DI MUSICA ANTICA Sabato 24 gennaio 2009, ore 18.00 “Handel a Roma” Sabato 21 marzo 2009 , ore 18.00 “Buon compleanno Bach!” Sabato 25 aprile 2009, ore 18.00 "Musica a corte" Sabato 23 maggio 2009, ore 18.00 “Haydn in… Trio” Domenica 20 settembre 2009, ore 18.00 “Audite, Audite!” Domenica 22 novembre 2009, ore 18.00 “Salotto musicale” Al termine dei concerti degustazione di prodotti tipici locali Con il patrocinio e il contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni Regione dell'Umbria Si ringrazia la Pro Loco di Polino Per informazioni e prenotazioni: Museo dell’Appennino Umbro 05030 Polino (TR) Tel/fax 0744 789262 Infoline Sistema Museo Lun – ven dalle 9.00 alle 17.00 Tel: 199.151.123* infoline@sistemamuseo.it www.sistemamuseo.it *Costo della chiamata da telefono fisso di Telecom Italia, 10 centesimi al minuto IVA inclusa senza scatto alla risposta, tutti i giorni, 24/24 h. Per chiamate originate da altro operatore i prezzi sono indicati dal servizio clienti dell’operatore utilizzato.
    Leggi Tutto

Concerto di Pasqua a Casteldilago
06 Aprile 2009

  • L’appuntamento è nel borgo di Casteldilago (3 km. dalla cascata, foto in basso), presso la chiesa di San Valentino. E’ lì che si svolgerà l’edizione 2009 del “Concerto di Pasqua”, dedicata alla tradizione popolare più antica del territorio. Domenica 12 aprile, alle ore 17.30, il gruppo Sonidumbra (foto in alto) si esibirà nei “Canti della Settimana Santa, dalle laudi medievali alla tradizione popolare”. Il titolo del concerto rende bene l’idea: “De la Passione”, infatti, è il nome dell’evento voluto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Arrone in collaborazione con la Pro Loco di Casteldilago. Intorno alla Passione di Cristo per offrire “una eterogenea panoramica del repertorio della Settimana Santa in Umbria, testimone di una profonda religiosità radicata attraverso varie epoche. Laudi medievali, canti di questua, orazioni, storie di Passioni per una suggestiva riproposta tesa ad evidenziare gli aspetti della tradizione”, recita più o meno il depliant informativo. Ad eseguire il concerto l’unica formazione umbra riconosciuta in campo nazionale che svolge un attento lavoro di recupero, ricerca e riproposta del repertorio orale regionale. Presente in numerosi festival di musica etnica, Sonidumbra ha collaborato con enti pubblici, associazioni, scuole, radio, televisioni, e ha tenuto seminari per diversi centri culturali.
    Leggi Tutto

Terni: apre "Caos", moderno centro destinato all'arte
27 Marzo 2009

  • E’ uno dei pochi esempi di simbiosi fra edilizia pubblica e civile. E’ un’antica ferriera pontificia divenuta fabbrica chimica (dismessa nei primi Ottanta), oggi recuperata da professionisti di fama mondiale, tanto che varrebbe la pena visitarla solo per coglierne le valenze storico-architettoniche. Ma da sabato 28 marzo il complesso denominato “Ex-Siri” (foto in alto), a Terni, sarà molto di più. Alle ore 12 inaugurazione ufficiale: il complesso prende il nome di “CAOS”, dove la sigla sta per Centro Arti Opificio Siri. E oltre al museo archeologico, attivo da anni, verranno presentate le nuove strutture ospitate nell’area: il Museo Civico (comprendente la Pinacoteca “Orneore Metelli” e il Museo d’arte moderna e contemporanea “Aurelio De Felice”), un teatro di circa 300 posti (ultimazione entro fine anno), una biblioteca tematica e un “Cafè bookshop” di nuovissima generazione. Un luogo unico nel suo genere, con 6000 metri quadrati a disposizione capace – ne siamo certi – di generare un clima di convivialità, sperimentazione, innovazione. Senza dimenticare che il Centro è pensato non solo come area espositiva, ma anche come laboratorio di produzione artistica teso a favorire la contaminazione con diverse forme espressive quali musica, cinema, teatro, fotografia e quant’altro. Una “chicca” a due passi dalla cascata e un appuntamento di valore internazionale a stretto giro di posta. Dal 28 marzo al 10 maggio 2009, infatti, Caos ospiterà la Mostra di arte e architettura contemporanea Map Games: Dynamics of Change, “percorso di ricerca intorno ai temi della contemporaneità nell’arte e nell’architettura partendo da una riflessione sulle dinamiche di cambiamento delle città”. Terni è la seconda città europea e la terza nel mondo, dopo Birmingham (Gran Bretagna) e Beijing (Cina), ad ospitare la mostra. Informazioni: Centro Arti Opificio Siri (CAOS) Viale Campofregoso 98 05100 - Terni tel. 0744 285946 / 221801
    Leggi Tutto

A Terni "Map Games", mostra d'arte unica al mondo
27 Marzo 2009

  • Dal 28 marzo al 10 maggio 2009 Terni ospiterà la Mostra di arte e architettura contemporanea Map Games: Dynamics of Change, “percorso di ricerca intorno ai temi della contemporaneità nell'arte e nell'architettura a partire da una riflessione sulle dinamiche di cambiamento delle città”. La città-simbolo della Mostra è Pechino il cui volto, da quando ha ospitato la 29esima Olimpiade imponendosi all'attenzione mondiale, è cambiato drasticamente. Così Pechino, città del terzo millennio, è divenuta un'entità elusiva, entusiasmante e critica allo stesso tempo. Ventiquattro, fra artisti e architetti cinesi e internazionali, esplorano le dinamiche di questi cambiamenti utilizzando interpretazioni multidimensionali capaci di ridisegnare la geografia di Pechino passata, presente e futura. Molte delle opere esposte sono state commissionate per l'occasione, con l'intento di esplorare il ruolo della Mappa nei confronti di una metropoli in continua trasformazione. Alcune delle opere chiedono al visitatore di guardare oltre (come l’intervento dell’artista inglese Anna Boggon o dell’architetto Ma Qingyun), mentre un aspetto interessante è rappresentato dall’osservazione dello spazio cittadino come set teatrale, capace di svelare i lati surreali dell’esistenza. E poi altro e altro ancora, per una serie accattivante di installazioni, sculture, video, fotografie, dipinti, disegni e quant’altro. La Mostra è allestita presso il Centro Arti Opificio Siri (CAOS, foto in basso), a Terni. Un luogo unico nel suo genere, con 6000 metri quadrati destinati a ospitare il Museo archeologico, il Museo Civico (comprendente la Pinacoteca “Orneore Metelli” e il Museo d’arte moderna e contemporanea “Aurelio De Felice”), un teatro di circa 300 posti (ultimazione entro fine anno), una biblioteca tematica e un “Cafè bookshop” di nuovissima generazione. Terni è la seconda città europea e la terza nel mondo, dopo Birmingham (Gran Bretagna) e Beijing (Cina), ad ospitare la Mostra. Ingresso gratuito. Date e orari: Dal 28 Marzo al 10 Maggio 2009 “Map Games: Dynamics of Change” “CAOS”: Viale Campofregoso 98, Terni Lunedì chiuso Martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 19.00 Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 24.00 Domenica dalle 10.00 alle 20.00 Ingresso gratuito Informazioni: Centro Arti Opificio Siri (CAOS) Viale Campofregoso 98 05100 – Terni tel. 0744 285946 / 221801
    Leggi Tutto

"One Day" fra la cascata e il parco outdoor di Scheggino
24 Marzo 2009

  • Tariffe individuali: biglietto intero 30 euro, ridotto 19, gruppi organizzati 27. Quello che serve per trascorrere una giornata indimenticabile fra la cascata delle Marmore e il più grande parco italiano dedicato alle attività outdoor. Poco, considerata l’offerta. E se la cascata è patrimonio dell’umanità conosciuto nel mondo, non tutti sanno che a soli 19 chilometri esiste “Activo Park”. Migliaia di ettari dedicati a escursioni e avventure, giochi ecologici, didattica, sport di montagna e passeggiate, intorno al borgo medioevale di Scheggino. Siamo in Valnerina, fra scenari naturalistici e ricchezze storico-culturali davvero incomparabili, nella lingua di terra che dal fiume Nera sale fino ai 1700 metri del monte Coscerno. Un tandem perfetto, accoppiato all’”orrida bellezza” delle Marmore. Il pacchetto proposto dallo staff Activo Park e dalla Marmore Falls si chiama “One Day”: acquistandolo al prezzo sopra indicato, sarà possibile partecipare alle numerose attività incluse nel programma giornaliero del parco (escursioni, sport, corsi ecc. ecc.) per poi usufruire dell’ingresso alla cascata delle Marmore (trasferimento escluso). Compresi nel pacchetto, pranzo (menù completo per adulti, menù baby per bambini), assicurazione, biglietto “basic” e biglietto per la cascata. Il secondo giorno consecutivo nel parco, i gruppi con pacchetto “One Day” hanno diritto all’ingresso gratuito. Informazioni: “Activo Park” loc. Valcasana - Scheggino (Pg) tel. 075 5757 fax 075 5727235 e-mail: info@activo.it Web: www.activopark.com
    Leggi Tutto

Il Centro botanico della cascata diventa eccellenza regionale
23 Marzo 2009

  • E’ servita la “testardaggine” di Stefano Notari, dirigente Marmore Falls che ci ha fortemente creduto. Sono serviti anni di lavoro svolto da personale specializzato; la collaborazione con l’università di Camerino; un giardino botanico che zolla dopo zolla, serra dopo serra, gli sta nascendo intorno. E’ servito altro ancora, ma alla fine il riconoscimento è venuto: il Centro Direzionale Didattico della cascata delle Marmore dal primo dicembre 2008 fa parte della rete C.R.I.D.E.A. Una commissione di esperti nominata dalla Regione Umbria ha certificato qualità dell’impostazione organizzativa, culturale e metodologica. Ha apprezzato contesto ambientale, evoluzione e livello di operatività, poi la decisione: la struttura viene ufficialmente accreditata come Centro regionale per l’informazione, la documentazione e l’educazione ambientale (C.R.I.D.E.A.). Un sistema formato da soggetti pubblici (Regione, Provincie, Comuni) e privati (associazioni, cooperative, aziende ecc.) teso a favorire lo sviluppo sostenibile, supportato dai Ministeri dell’Ambiente e della Pubblica istruzione. Oggi, in Umbria, le strutture accreditate dalla Regione sono una ventina, tutte impegnate nel campo dell’educazione ambientale. Per il Centro didattico sorto nell’area escursionistica del Belvedere inferiore si tratta di un riconoscimento meritato. All’interno è possibile documentarsi sugli aspetti botanici della bassa Umbria con particolare riferimento all’habitat cascata, partecipare a laboratori, attività didattiche ed altro ancora, oppure semplicemente aggirarsi per una visita libera (basta il biglietto d’ingresso in cascata). Informazioni: Infopoint Belvedere inferiore tel. 0744 62982
    Leggi Tutto

San Gemini, settimana dedicata all'"Acqua non solo da bere"
19 Marzo 2009

  • “Acqua non solo da bere” è il titolo delle manifestazioni previste dalla Settimana della cultura scientifica e tecnologica, kermesse nazionale giunta alla 19esima edizione. Il Miur (Ministero dell’Università e della Ricerca) - riferimento delle iniziative – suggerisce di “promuovere la cultura scientifica attraverso eventi, mostre, incontri, visite guidate organizzate in tutto il Paese…”, rivolgendosi soprattutto alla popolazione scolastica. Invito raccolto dagli enti locali del Ternano che insieme al Comune di San Gemini e a una lunga serie di soggetti “sensibili” – dal Soccorso alpino alla Protezione civile, dai Vigili del fuoco al servizio 118 alla società cooperativa Sistema Museo – hanno scelto il tema dell’acqua come nodo centrale. In perfetta sintonia con la cascata delle Marmore, ma stavolta spostando il baricentro verso un altro “tempio” di questo elemento naturale: la cittadina di San Gemini. A un quarto d’ora d’auto dalle Marmore, sede della “Sangemini Spa” (azienda leader nel settore imbottigliamento) e soprattutto sede di una delle falde acquifere più famose del mondo. Il programma si snoda dal 23 al 29 marzo toccando gli argomenti più disparati legati all’acqua, in luoghi come il museo di Scienze della Terra “Geolab”, la sala multimediale allestita nella ex chiesa di S. Maria Maddalena e la sede della Sangemini Spa. Seminari, conferenze, dibattiti, poi attività didattiche, altro e altro ancora sotto la supervisione di professionisti specifici; geologi, tecnici di laboratorio. Personale della Protezione civile, Vigili del fuoco e psicologi, invece, seguiranno la parte dedicata alla riduzione del rischio idrogeologico con particolare riferimento al territorio locale. Prevista anche un’esercitazione della Protezione civile con impiego dei mezzi di soccorso. Informazioni: Museo “Geolab” di San Gemini tel/fax 0744 331293 PROGRAMMA Lunedì 23 marzo ore 10.30 – Alla Sala Multimediale Presentazione della XIX Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica proiezione in anteprima del nuovo filmato della Protezione Civile della Regione Umbria dal titolo “Civilino e l’alluvione”. Dal 24 al 27 marzo Alla Sala Multimediale S. Maria Maddalena ore 8.40 – 12.10 e 14.00 – 16.00 Gli esperti rispondono Incontri, proiezione di filmati e giochi didattici con le scuole primaria e secondaria dal titolo: “Il meraviglioso viaggio dell’acqua” (INGV / SASU Regione Umbria) “Scienza e storia della preziosa acqua Sangemini” (a cura di Sangemini S.p.a.) “Occhio alla goccia” (INGV) “E se l’acqua diventa un pericolo?” (ProCiv Regione Umbria / Comando dei Vigili del Fuoco di Terni) Dal 25 al 27 marzo Al Geolab, ore 9.00 – 12.00 e 14.00 - 15.30 Percorsi interattivi e laboratori didattici sull’acqua: “Alla scoperta del pianeta blu” (Sistema Museo) “So quello che bevo. Impariamo dall’etichetta” (a cura di Sangemini S.p.a. / ARPA Regione Umbria) Sabato 28 marzo ore 9.00 alle ore 13.30 – San Gemini Esercitazione di protezione civile e dimostrazione dell'impiego dei mezzi di soccorso. A cura di: Protezione Civile Regione Umbria Comando dei Vigili del Fuoco di Terni Soccorso Alpino Speleologico Regione Umbria
    Leggi Tutto

Un cofanetto per scoprire le vie del trekking
16 Marzo 2009

  • Non poteva avere una cornice più degna, l’ultima fatica delle guide alpine del Cai, della Comunità montana “Valnerina” e del Parco fluviale del Nera. E’ avvenuto, infatti, nel pieno della 46esima mostra-mercato del tartufo “Nero Norcia”, il varo delle nuove cartine relative ai sentieri da trekking. Nella città di san Benedetto, la giornalista Rai Sveva Sagramola ha presentato il cofanetto contenente le mappe, nell’ambito del convegno “I sentieri della Valnerina: cultura, paesaggio e turismo sostenibile”. Tre brochure pensate per segnalare in maniera chiara tutte le possibilità riservate agli amanti del trekking, con tanto di sentieri catalogati per aree tematiche. Lavoro durato anni, capace di svelare l’area escursionistica nata intorno alla cascata delle Marmore. Le brochure, infatti, riguardano la cascata e i paesi di Arrone e Ferentillo, borghi medioevali immersi in un ambiente a dir poco suggestivo. Intervento capillare di mappatura, riqualificazione, tabellazione mirato a scoprire paesaggi, vegetazione, monumenti, aree archeologiche e, perché no, strutture ricettive ed eccellenze gastronomiche. E sono pochi, in Italia, i territori che possono vantare una rete escursionistica così estesa, divisa per aree tematiche (archeologia, storia, enogastronomia, ecc. ecc.). Le piantine verranno distribuite nelle strutture ricettive, negli enti pubblici, nei siti turistici (comprese le biglietterie della cascata) e in tutti quei punti giudicati “sensibili”. Va detto, infine, che i sentieri intorno alle Marmore, Arrone e Ferentillo, si aggiungono a quelli esistenti lungo 50.000 ettari di Valnerina, dalla cascata fino al Parco nazionale dei Monti Sibillini.
    Leggi Tutto

Con la primavera ecco la festa di S. Giuseppe a Palombare
13 Marzo 2009

  • Trascorso l’inverno, coi suoi colori spennellati lungo la Valnerina, ecco di nuovo la bella stagione. Le stalattiti ghiacciate alla cascata delle Marmore sono un ricordo, mentre i campi si vanno colorando di giallo e di verde, e la vita riprende più rigogliosa. Insomma, torna la primavera coi valligiani impegnati a salutarla. Primi a partire gli abitanti di Palombare, frazione del comprensorio arronese, 12 famiglie destinate a crescere durante l’estate. Aria fina, architettura medioevale, a Palombare (un tiro di schioppo dalla cascata) domenica 22 marzo si festeggia san Giuseppe. L’agenzia locale di animazione sta lavorando per allestire un programma di tutto rispetto, con promessa per il 2010: “Faremo marketing sul serio, così da trasformare la festa in vera attrazione turistica capace di travalicare i confini regionali”, dice Sante Micheli, anima dell’organizzazione. Ma già adesso non è male. Dopo la messa delle ore 11, il programma religioso prevede una processione lungo le vie del paese, con gli sbandieratori di Amelia prodighi di virtuosismi. Nel pomeriggio – e siamo al programma civile – sarà la volta del gruppo folkloristico “La Racchia”, in grado di imbastire danze popolari “suonando” cucchiai, pentole e tegami. I “frittelli di san Giuseppe”, specialità paesana a base di riso lessato, daranno il tocco finale a un evento che si preannuncia partecipato. E’ prevista, infatti, buona affluenza dai borghi limitrofi.
    Leggi Tutto
bannerPopup

Orari Settembre

Apertura
Parco
Apertura
Acqua
Feriali 10.00 - 22.00 dalle 11.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 16.00
dalle 20.00 alle 21.00
Sabato e Domenica 9.00 - 22.00 dalle 10.00 alle 13.00
dalle 15.00 alle 18.00
dalle 20.00 alle 21.00

Scegli la tua visita guidata

Settembre 2018
Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23

Belvedere Inferiore
P.le F. Fatati 6
Terni

Belvedere Superiore
Voc. Cascata 30
Terni

Tel. 0744 62982
Fax 0744 362231
actl alis sistema museo civita adb