Lasciati stupire:

La Cascata delle Marmore e non solo

Libero Liberati
  • 05/03/2021
  • Redazione
  • 165m racconta il territorio
  • 854
  • 0

Libero Liberati

"Tu ardito cavaliere del nostro tempo, ci indichi una meta lontana, l'approdo glorioso di una vita fortemente e seriamente impegnata", così disse al funerale di Libero Liberati, Ezio Ottaviani, sindaco di Terni. 

Il 5 marzo 1962, in sella alla sua Gilera "Saturno", Libero Liberati, sotto un cielo grigio e piovoso, scivola con la sua moto lungo la Valnerina e lascia la vita terrena, entrando a far parte del mito nel cuore di tutti i ternani che hanno sempre sognato con lui e che non hanno mai smesso di amarlo.

Ricordiamo anche noi l'uomo umile, coerente, schivo e leale, l'operaio che non era cambiato dopo le vittorie, la semplicità insieme alla passione e alla tenacia, l'uomo dalle origini marmoresi, al quale Marmore ha intitolato il parco e il monumento che vedete in foto. Lo ricordiamo oggi, nell'anniversario di quel tragico incidente, ma non manchiamo mai di raccontarlo con orgoglio anche durante le nostre visite guidate.

"La più grande soddisfazione, è vedere la gioia negli occhi dei ternani quando vinco".


Per approfondire: Le pietre della memoria



Libero Liberati Libero Liberati