Lasciati stupire:

La Cascata delle Marmore e non solo

Le donne del Grand Tour
  • 07/03/2021
  • Redazione
  • 165m racconta il territorio
  • 463
  • 0

Le donne del Grand Tour


Tra Settecento e Ottocento, non solo facoltosi artisti si sono avventurati nelle strade d'Europa, ma anche molte viaggiatrici che rivendicavano la cultura come forma di felicità.
Le viaggiatrici hanno spesso mostrato maggiore comprensione e capacità di ascolto, hanno offerto inedite inquadrature dei paesi già descritti tante volte, hanno rivelato una mentalità sorprendentemente moderna, nonostante i viaggi femminili venivano tenuti in pessima considerazione, con la tendenza a non perdonare alle donne di voler accedere al sacro tempio delle arti e delle scienze. Le donne, da sempre più attente a certe sfumature, hanno raccontato anche i costumi e le condizioni sociali delle popolazioni, nelle loro opere hanno mostrato una concezione sentimentale di attenzione al prossimo, verso ogni forma di diversità, senza l'arroganza del viaggiatore che si fa forte dei propri valori come se fossero gli unici.

Le donne del Grand Tour


Un ricordo in particolare ci teniamo a condividere con voi: Anna Jameson, che, di fronte alla nostra amata Cascata delle Marmore, si sente mancare il respiro e avverte un capogiro, quasi uno svenimento, che l'obbliga ad appoggiarsi a una roccia per non precipitare nei gorghi. Anna Jameson aveva più volte dichiarato il suo credo romantico, affermando che almeno la metà della bellezza e dell'attrattiva di ciò che abbiamo sotto gli occhi risiede nel nostro stesso animo e che spetta all'entusiasmo gettare il proprio mantello di luce su tutto ciò che vediamo.


Le donne del Grand Tour

Nel giorno della festa della donna ricordiamo l'intraprendenza, la determinazione, la volontà di affrontare le difficoltà dei viaggi delle donne del Grand Tour, sempre in direzione delle loro mete, senza perdere la bussola che le conduce a se stesse, senza perdere la particolare visione del mondo, che rende il mondo un posto migliore.

Questo è il nostro augurio. Viva le donne.


Le donne del Grand Tour Le donne del Grand Tour